Il celebre DDT, ormai illegale in gran parte delle nazioni industrializzate, è ancora utilizzato in alcuni Paesi per il controllo delle zanzare vettori di malattie infettive trasmissibili all'uomo. Ma le controindicazioni?

L'11 febbraio è stato l'anniversario della scomparsa della celebre poetessa e scrittrice. Un'anima tormentata, percepibile dalle sue righe, in particolare nell'opera semiautobiografica La campana di vetro.

Il rischio di sviluppare un secondo disturbo mentale aumenta dopo una prima diagnosi iniziale, secondo una nuova ricerca condotta dal professor John McGrath del Queensland Brain Institute australiano e dalla Aarhus University, danese.

La crescente preoccupazione inerente ad una evoluzione e diffusione dell’Alzheimer tra i giovani delle municipalità di Città del Messico ha portato molti ricercatori di svariate università statunitensi e messicane ad indagare questo fenomeno.

Possiamo dire che, una volta soddisfatti i bisogni primari, l’uomo non è naturalmente predatore ma è disponibile a forme di cooperazione perché realizza che l’altruismo è più utile alla sua sopravvivenza di quanto non lo sia l’egoismo.

Ci sono molti fattori noti che influenzano rischi quali il suicidio. In numerosi studi americani è stato notato come, ad esempio, essere individui di sesso maschile, di età avanzata, di etnia bianca, divorziati, a basso reddito, socialmente isolati o abusatori di sostanze aumenti il rischio di suicidio. Ma non solo questo.

Breve pausa per il sito www.rsmcampobasso.it soggetto ad un completo restyling: grafica, contenuti, proposte, tutto ricostruito da zero. Ora siamo di nuovo attivi e speriamo che tutte le novità incontrino il vostro gusto.

IN PREPARAZIONE

La cooperativa sociale Laboratorio Aperto, in collaborazione con il Centro di Salute Mentale di Campobasso e l’associazione culturale per la promozione della salute mentale Promosam, ha da ormai molti anni — il debutto risale al 2012 — introdotto online questo portale web informativo: www.rsmcampobasso.it, volano e megafono della salute mentale nel Molise. Partito come esperimento, si è consolidato man mano, diventando un sito d’informazione che abbraccia a tutto tondo le tematiche inerenti la salute mentale, con digressioni di vario genere, ad esempio sul benessere psicofisico, arte a tema, alimentazione sana. Un'eco alle problematiche che il disagio mentale comporta, promotrice di diverse campagne, anche attraverso la musica, il teatro e il cinema, l'organizzazione di convegni e la realizzazione di spot sociali.
Al suo interno, una redazione provvede all'aggiornamento delle varie sezioni, quelle relative alle notizie e a tutti gli altri contenuti, alla realizzazione di lavori inerenti eventi promossi dalla Rete della Salute Mentale di Campobasso (realizzazione di video caricati sul proprio canale YouTube, servizi esterni, ecc.) e con l'ultima incarnazione si è anche provveduto alla creazione da zero del portale, assumendo quindi il ruolo di programmatori/grafici/webmaster.
www.rsmcampobasso.it è una S.F.I.D.A. vinta! È ad oggi uno strumento concreto capace di Sostenere, Formare, Incentivare, Discutere, Abilitare… appunto S.F.I.D.A. 
Ad oggi il portale può essere considerato un'unica realtà sul territorio nazionale, con un'ampia gamma di strumenti, documenti ed informazioni rivolti a cittadini/utenti come ad addetti ai lavori, vantando anche un'ottima realizzazione tecnica e un rilevante numero di visualizzazioni. Una realtà che consente al sito web di veicolare un sano messaggio di lotta a quello stigma mai scomparso nella società, che reclude la salute mentale nell'alveo della patologia con tutti i pregiudizi annessi. In poche parole, Rsm nasce da un'esigenza precisa: fornire all'universo della salute psicologica un luogo virtuale, un angolo in cui incontrarsi, trovare informazioni specifiche e confrontarsi, nell'ottica di Rete. "Mission" del portale è anche la lotta all'esclusione e la garanzia delle pari opportunità, promuovendo l'attività di gruppo e la possibilità di accesso al mondo del lavoro anche da parte di chi è meno fortunato.