Uno studio dell'università Tor Vergata di Roma ha quantificato il peso economico della malattia che solo nel nostro paese colpisce circa 3 milioni di persone.

È importante notare che un ritardo nel bedtime (l’orario nel quale si va a dormire) durante la seconda decade di vita è stato osservato in oltre 16 Paesi nei 6 continenti, in culture che vanno dal preindustriale al moderno.

Le allucinazioni uditive nei pazienti schizofrenici hanno un impatto devastante nella vita del paziente. Studiarne le basi biologiche potrebbe risultare fondamentale per ridurre il disagio ed il peso che questa patologia comporta.

Per comprendere credenze proprie e altrui è richiesta la consapevolezza del fatto che ogni persona possiede una visione del mondo soggettiva.

La medicina riconosce i suoi limiti e di fronte a mostruose e terribili patologie croniche e progressivamente degenerative alza le mani, con umiltà e senza pregiudizio alcuno. In questo tempo sospeso della non curabilità dove si collocano la psichiatria e la psicoterapia?

La rete televisiva HBO ha dato il via ad un'iniziativa chiamata It’s OK, con l’obiettivo di sensibilizzare e destigmatizzare l'argomento salute mentale.

Mentre l'ansia prende il sopravvento sulla nostra mente, il presente perde importanza e il futuro si riempie di difficoltà. Ma c'è un modo per ridurla, prendendosi cura di sé, nutrendosi e dandosi ciò che ci si merita quando se ne ha bisogno.

Precedenti ricerche hanno trovato una carenza di empatia nei soggetti con depressione. Tuttavia, molti di questi studi sono stati effettuati su pazienti depressi in cura con antidepressivi. La carenza empatica nei depressi è dunque correlata agli antidepressivi o alla depressione in sé? 

In occasione della Giornata della Salute Mentale, 10 ottobre, è previsto un convegno presso l'Auditorium palazzo ex Gil di Campobasso, dal titolo Il pregiudizio, come maggior ostacolo alle cure.